La crisi come opportunità di crescita personale

La crisi come opportunità di crescita personale

Sono passate alcune settimane dal mio ultimo articolo, ma oggi eccomi di nuovo qui, pronto e motivato più che mai, a condividere alcune idee che spero possano offrire qualche stimolo a chi vorrà seguirmi in questo nuovo percorso. E’ stato un periodo per me denso di nuove scoperte che voglio raccontare in maniera quanto più “giornalistica” possibile, lasciando a tutti la possibilità di approfondire gli argomenti trattati facendomi domande o cercando in rete informazioni utili e necessarie a capire meglio. Partiamo da un dato di fatto inconfutabile : è banale e purtroppo ovvio dire che il 2013 è stato un anno terribile per le attività imprendioriali su cui si basa il tessuto economico del nostro paese, ma ancor peggio è scoprire che nel 2013 sono stati superati tutti i record negativi da quando è iniziata la crisi economica : si contano infatti circa 111mila chiusure aziendali, il 7,3% in più rispetto al 2012. L’unica cosa che possiamo sperare è che sia stato toccato il fondo, ma se non fosse così cosa dovremmo aspettarci per il 2014 ? E cosa dovremmo fare per ricominciare a sperare in un futuro migliore ?

Di certo stare ad aspettare che le cose cambino da sole o che qualcuno ci salvi dal baratro in cui, per qualche motivo che non voglio qui andare a “sfrugugliare”, non credo sia la cosa giusta da fare. Ed allora ?capo verde 061 Qualche settimana fà sono stato in vacanza a Capo Verde e all’aeroporto di Malpensa prima e sull’isola di Boavista poi ho conosciuto tanti giovani (e meno giovani) che negli ultimi mesi si sono trasferiti sulla bella e calda isola di fronte al Senegal.

I servizi disponibili a Capo Verde sono pochi (l’unico ospedale non ha neppure una macchina per le radiografie), manca l’acqua perchè piove pochissimo, ma i capoverdiani sono persone splendide, solari e positive. E gli italiani sono ingegnosi : ho conosciuto ragazzi che hanno aperto bar sulla spiaggia, ragazzi e ragazze che hanno creato scuole di kite surf e affittano quad ed altri che hanno aperto ristoranti a base di pesce … tutti quanti hanno ritrovato voglia di vivere e nuovi sogni da raggiungere, ma appena possono scappano e tornano a respirare l’Italia ! Ecco perchè io non vorrei mai che nessuno fosse costretto a lasciare il suo (e nostro) paese, la sua città, i suoi affetti e la sua famiglia. Ma cosa può fare oggi in Italia una persona che resta improvvisamente senza lavoro ? Dove può trovare la forza ed il coraggio di andare avanti, prendersi cura di sè e della sua famiglia ? Io non dico che sia facile, ma credo che la prima cosa da fare sia quella di calarsi subito nella nuova e difficile realtà e credere, ora più che mai, in se stessi !

Credo che fare il venditore sia il modo migliore per diventare finanziariamente liberi e indipendenti dal “cappio” del lavoro dipendente che arricchisce gli altri. Ma il trucco è un altro : è il diffondere questa idea, così semplice e potente allo stesso tempo, che può davvero diventare un mestiere, anche per chi crede di non saper vendere …

vendereVendere è una cosa che tutti sappiamo fare e che tutti facciamo, magari inconsapevolmente, quando abbiamo per le mani un “prodotto” che ci piace e che ci soddisfa. Il “problema”, se così lo vogliamo definire, è che lo facciamo gratis. Ogni giorno, infatti, vendiamo innazitutto noi stessi, la nostra immagine, la nostra credibilità, la nostra professionalità. E se andiamo a vedere un film, leggiamo un libro o mangiamo una buona pizza, siamo prontissimi a “vendere gratis” pubblicità per quel film, quel libro o quella pizzeria. E lo facciamo, forse con maggior forza, anche se il giudizio è negativo, sconsigliando il film, il libro o la pizzeria !

Questa lunga premessa mi serviva per introdurre un argomento di cui voglio parlare in questo e nei prossimi articoli. Esiste infatti un modello di business assolutamente sottovalutato in Italia, che permette di fare tutto questo anche se non si è (ancora) dei venditori professionisti. Sto parlando del Network Marketing (NM).

Il network marketing è una tecnica di marketing molto efficiente, poco compresa e molto temuta, a causa di esperimenti condotti da imprese commerciali che hanno utilizzato male questo strumento, senza applicarne correttamente i benefici e a discapito di persone “cadute” nelle maglie di organizzazioni truffaldine. La tecnica, però, se compresa correttamente, offre notevolissime potenzialità economiche insite nella piccola impresa ed è interessante soprattutto per chi intende procurarsi una seconda fonte di guadagno per la famiglia o conquistare l’indipendenza economica.

Alla base del Network Marketing c’è la creazione di una rete di distribuzione e vendita di un prodotto o di un servizio attraverso il passaparola positivo di un distributore affiliato. Differentemente da tutti gli altri tipi di passaparola che quotidianamente tutti facciamo, nel NM il distributore può guadagnare provvigioni sul fatturato creato dal gruppo di consumo e vendita del prodotto/servizio da lui creato. Il passaprola è semplice e spontaneo perchè quando un prodotto o servizio ci piace e ci dà dei vantaggi diventa automatico consigliarlo ad amici e conoscenti.

Come funziona il Network Marketing in Italia ?

Prima di scendere nei dettagli “operativi” del NM, capire come scegliere e valutare un network piuttosto che un altro, come iniziare questa attività e, soprattutto, come portarla avanti seriamente e renderla remunerativa, voglio sgomberare il campo da possibili cattive informazioni che, per passaparola, possono essere arrivate anche a te che stai leggendo … la legislazione italiana considera il Network Marketing come un sistema complementare alla vendita e lo regolamenta con la legge 17 agosto 2005, n. 173.

E’ importante conoscere, in particolare, la parte dell’art.5 in cui viene definito il Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene :network_marketing

1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi […].

2. È vietata, altresí, la promozione o l’organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio”, che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un corrispettivo.

Quando un’azienda utilizza il sistema di Network Marketing (NM) o Marketing multi-livello (MLM) per veicolare i propri prodotti o servizi direttamente al cliente finale attraverso la creazione di una rete di consumatori, tutto questo è assolutamente legale e a norma di legge.

Vero è che negli anni passati, prima del 2005 e cioè prima dell’introduzione di questa legge, tale sistema è stato talvolta utilizzato in modo scorretto e, per questo motivo, l’industria del NM o MLM deve spesso combattere con pregiudizi che impediscono alle persone di comprenderne le vere potenzialità.

Per questo motivo, credendo fortemente in questo sistema commerciale, voglio creare una sorta di mini guida sul Network Marketing che prevede, per il momento, questi 5 argomenti :

  1. che cos’è il Network Marketing
  2. perchè scegliere il Network Marketing
  3. come scegliere un’azienda di Network Marketing
  4. l’importanza della formazione nel Network Marketing
  5. gli strumenti per fare bene nel Network Marketing

Iscriviti alla mia mailing list o torna a consultare il mio blog nei prossimi giorni se ti interessa approfondire questi argomenti. Se pensi che qualche tuo amico possa essere interessato a questi argomenti, metti in atto il passaparola e condividi questa pagina !

“Se vuoi avere cose che non hai mai avuto, devi iniziare a fare cose che non hai mai fatto”

2 commenti

  1. Simone

    Salve!
    Ho una domanda che credo Lei sappia rispondere.
    È possibile, legalmente, e nel momento che non vi siano restrizioni da parte dell’azienda, lavorare per più di un azienda che utilizza il network marketing per veicolare i propri prodotti o servizi ?
    Anche nel momento in cui si percepissero più dei “famosi” 5.000€ per ogni azienda?
    Geazie.

  2. Ciao Simone e grazie della domanda. Se non ci sono restrizioni da parte dell’azienda (e normalmente non ce ne sono a meno che non si tratti di aziende “concorrenti”), è certamente legale operare per più di un’azienda. Però ci vedo almeno tre complicazioni : per avere successo nel network marketing serve impegno e dividere il proprio tempo su più di un’attività può essere deleterio per entrambe; inoltre credo ne soffrirebbe la tua “credibilità” : meglio fare tutte le valutazioni del caso e poi scegliere un’azienda e i suoi prodotti (ed il sistema più affine alle nostre qualità) e concentrare tutte le proprie forze su quello; infine, a parziale correzione di quanto tu dici (e forse pensi), se decidessi di portare avanti 2 o più attività di MLM contemporaneamente, sarà tua premura tenere i conti delle commissioni perchè la soglia dei 5000€, oltre i quali risulterà necessaria aprire opportuna partita iva, sarà data dalla somma delle singole risultanze ottenute dalle varie attività (per lo stato il limite è 5000€ e poco importa se arriva da 1, 2 o più attività). Spero di averti dato le informazioni che volevi e resto a tua disposizione per ogni altro approfondimento. Max

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com