Prendere decisioni … con la propria testa

Prendere decisioni … con la propria testa

Voglio oggi continuare la serie di articoli che mi piace credere possano servire per la nostra formazione personale e per questo vi racconto una storiella …

C’era una volta un contadino che abitava in una fattoria insieme al suo figlioletto. Il contadino era un uomo con così poco carattere, che faceva sempre quello che dicevano gli altri senza usare il proprio cervello.

contadinofiglioasinoUn giorno decise di vendere il proprio mulo che, vecchio, non era più buono a nulla cercando così di racimolare qualche quattrino.

Una mattina, legò una corda attorno al collo dell’animale e insieme al figlioletto si avviò verso il mercato. Ma poco dopo la partenza, incrociò una decina di giovani fanciulle pettegole che nel vederlo esclamarono: “Non si è mai vista una cosa così stupida, possedere un mulo e non cavalcarlo che uomo stolto”.

Cosi il contadino ordinò al figlioletto di salire in groppa al mulo e proseguirono finché non incontrarono un gruppo di uomini che dissero: “Ma cosa fai o contadino, non vedi che pancia ha il tuo figliolo, sali tu in sella alla bestia e fai camminare il ragazzino che dimagrisce”.  Così l’uomo fece smontare il figlio dalla sella e salì al suo posto, continuando nel  cammino finché non incontrarono un gruppo di donne che, vedendo la scena, incominciarono a sparlare fra di loro dicendo: “Ma guarda te che padre snaturato, perché non fa salire suo figlio e lo fa stancare, povero piccolo”.

Prendere decisioni non è da tutti !

L’ uomo prese le parole alla lettera e rifece salire il figliolo in sella  insieme a lui, ma non riuscirono a camminare neppure per un chilometro che incontrarono alcune persone che vedendoli malignarono subito: “Che gente senza cuore, straziare così una povera bestia vecchia”. Sentendo queste parole il contadino prese una pertica e con una corda vi legò le gambe dell’animale, poi mise se stesso da un capo e il figlioletto dall’altro e proseguì con l’asino appeso.

Tutte le persone che incontrava ridevano a crepapelle e dicevano: “Guarda quei matti”.

Cammina cammina arrivarono sul ciglio di un ponte di legno, ma quando fecero per attraversarlo il mulo si dimenò dalla paura e fini nel fiume morto annegato.


Prendere una decisione è un atto di profonda responsabilità prima di tutto con se stessi. Al contrario, l’indecisione è un problema scomodo che ci trattiene dall’agire, anche se, in alcune circostanze, ci aiuta ad essere cauti e a riflettere. Ma essere legati e dipendenti dall’opinione altrui è tutta un’altra cosa : significa trovarsi ad ascoltare ogni voce, sprofondando in un caos degenerativo che porta fuori strada. Quello che mi piace dirti è che saper decidere è un’arte che si può allenare con l’azione.

Prendere decisioni : suggerimenti pronti all’uso

Dal momento che, come sai, mi piace provare a dare sempre qualche piccolo indizio o qualche utile suggerimento, anche stavolta non voglio essere da meno. Per allenare la tua capacità di prendere decisioni, prova a cambiare qualche piccola abitudine e vinci la tua “pigrizia” mentale : cambia la strada per andare al lavoro, cambia il modo in cui ascolti l’altro (magari concentrati sul nome del tuo interlocutore che normalmente dimentichi 2 secondi dopo che hai lasciato la sua mano) oppure cambia il modo in cui ti dedichi a te stesso. Mettendo in atto questi (ed altri) semplici cambiamenti ti predisponi a scegliere qualcosa di diverso dal “noto e sicuro”, uscendo dalla tua “zona di confort” e rafforzando la “tua” capacità a scegliere. Inizialmente non sarà facile, lo schema del dubbio sarà lì ad aspettarti, ma tu non demordere e persevera. Per trasformare schemi negativi nella loro parte qualitativamente più costruttiva, servono attenzione, perseveranza e consapevolezza. Provaci. Se vuoi avere cose che non hai mai avuto, devi essere disposto a fare cose che non hai mai fatto … altrimenti non cambierà mai nulla !

PS se sei alla ricerca di qualche cambiamento nella tua vita e vuoi mettere in atto la tua “nuova” capacità di prendere decisioni, leggi il mio articolo su come si possa iniziare a lavorare con Facebook : potrebbe essere occasione preziosa per fare qualcosa che non hai mai fatto ! Buona estate

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com